.
Annunci online

Accomodati a scambiar quattro chiacchiere,,,
OneYearMore
post pubblicato in Diario, il 12 ottobre 2010


Svegliarsi una mattina con la consapevolezza di aver un anno in più.
Un anno in più. Ricordi e sorrisi che si depositano sul cuore, qualche chiletto che ormai faticherà ad abbandonarti e la voglia di rinnovarsi per rendere migliori le seguenti 364 pagine di una nuova età.
Non è tempo di rughe, ma di piccoli segnali nel contorno occhi, che si iniziano a combattere con una crema Chanel; non è tempo di progetti seri, ma di programmi più maturi. E' tempo di giovinezza e allegria, di impegni e relax, di famiglia da godere lontano dagli screzi adoloescenziali e di amicizie cui dedicare sempre più cura.
Questi 23 anni, nel primo giorno di lavoro dopo i festeggiamenti, inziano all'ombra delle nuvole, tra l'umido della pioggia e il calore del the al limone. Con profumo di fiori e di freschezza.

Buon martedi a tutti voi,
Buon anno a me.
anni di fretta
post pubblicato in Questa sono io, il 18 novembre 2009


Gli anni di fretta si suddividono in due gruppi: gli anni vissuti di fretta e gli anni andati di fretta.

I primi sono quelli del liceo. Sono quelli in cui brami la possibilità di ritornare all'orario di Cenerentola e, una volta ottenuta, chiedi ai tuoi di rincasare la mattina con il lattaio. Sono quelli in cui un attimo prima sembri il panda del WWF e il secondo dopo sei una make up artist che lavora da Mac in via del Babbuino (sempre per rimanere in tema animale). Gli anni vissuti di fretta sono quelli in cui ti sei appena reso conto di avere dei capelli e rischi immediatamente di perderli per l'utilizzo quotidiano della piastra Bellissima di Imetec.

I secondi sono quelli del dopo liceo. Quelli in cui, dopo un velato eccesso di mondanità del tipo "orachenondevopiùandareascuolaescoogniseraperfarele5", ti rinchiudi a casa e a mezzanotte il tuo cervello è già convinto di aver visto l'alba e vorrebbe avere almeno 2 ore di chiacchiere già scambiate col cuscino. Sono gli anni in cui inizi ad odiare il sabato che tanto amavi e addirittura ad apprezzare la serata in compagnia dei postini di Maria. Sono gli anni in cui rimpiangi il Panda, perchè somigli a Casper. Sono gli anni in cui ti ricordi di avere i capelli perchè il giardiniere del tuo condominio ti si ferma a fianco scambiandoti per un cespuglio da potare.

Gli anni andati di fretta sono quelli che scivolano via, come se la fine della scuola avesse aperto la diga di un fiume che scorre veloce senza rallentare, senza alcun ostacolo davanti. Gli anni vissuti di fretta sono quelli che sembrano non passare mai, per l'eccessiva voglia di conquistare il cm in più di tacco o la taglia in più di reggiseno.

Gli anni andati di fretta sono quelli in cui maledici la fretta degli anni vissuti di fretta.

Gli anni andati di fretta sono quelli in cui vai a prendere tua cugina a scuola e rimani chiusa in macchina, vergognata, circondata da ragazzini che sembrano usciti da un party ad Orange County.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. crescita scuola università anni liceo fretta

permalink | inviato da Diky il 18/11/2009 alle 17:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia settembre        novembre
calendario
adv