.
Annunci online

Accomodati a scambiar quattro chiacchiere,,,
ProgettoPandistelle.
post pubblicato in Diario, il 18 ottobre 2010


Anno nuovo, vita nuova.
Ti prende la voglia di ricominciare per bene, eliminando sprechi e mettendo in ordine la tua vita. Ordine mentale e materiale, ovviamente. Mi sa che in cassetti e gli armadi quindi non potranno essere esclusi.Uhm, no.
Ieri mi sono imbattuta in un progetto fantastico. Fantastico non in sè, eh. Diamoci una calmata, non è il progetto di una centrale idroelettrica o un'idea per risolvere i problemi dell'umanità. In realtà è una cavolata che qualcuno ha istituzionalizzato: il PSP.La mia doccia, nella quale adesso entro a stento, vista la quantità di flaconi che la occupano, tornerà ad essere comoda.
Ho così deciso di buttarmi nel mondo del fatuo per non essere schiacciata da quello delle cose serie, che mi occupa al momento la quasi totalità della giornata.
Il PSP, il Progetto Smaltimento Prodotti.
Vi spiego brevemente: se anche voi siete presi dalla smania di comprare creme, cosmetici e avete il bagno che sembra una bancarella, ne avete bisogno. Come tutti i progetti ci sono varie versioni sul web, io ne adotto una che mi sta bene: 10 pan qualcosa. Per Me è il progetto PANDISTELLE.Si scelgono 10 prodotti da consumare, magari che non amiamo particolarmente, e il patto è quello di non comprare più nulla che serva agli stessi scopi fino a quando le confezioni non saranno completamente vuote. Stop agli sprechi e aria al portafogli, quindi.
La parte più dura sarà il carrello vuoto, la faccia mesta davanti la profumeria, sarà spalmare sul corpo la crema odiata. La doccia, nella quale adesso entro a stento, vista la quantità di flaconi che la occupano, tornerà ad essere comoda; il bagno finalmente tornerà ad essere un luogo vivibile, e magari riusciremo a capire quali sono i prodotti che davvero ci servono e quali non meritano di essere riacquistati. Ok, la mia variante prevede pure un festeggiamento a base di Pan Di stelle, per non uscire fuori tema.

Voi avete voglia di smaltire?

Vi terrò aggiornate, ora mi rifiondo nel mondo della serietà.
Buon pomeriggio!


OneYearMore
post pubblicato in Diario, il 12 ottobre 2010


Svegliarsi una mattina con la consapevolezza di aver un anno in più.
Un anno in più. Ricordi e sorrisi che si depositano sul cuore, qualche chiletto che ormai faticherà ad abbandonarti e la voglia di rinnovarsi per rendere migliori le seguenti 364 pagine di una nuova età.
Non è tempo di rughe, ma di piccoli segnali nel contorno occhi, che si iniziano a combattere con una crema Chanel; non è tempo di progetti seri, ma di programmi più maturi. E' tempo di giovinezza e allegria, di impegni e relax, di famiglia da godere lontano dagli screzi adoloescenziali e di amicizie cui dedicare sempre più cura.
Questi 23 anni, nel primo giorno di lavoro dopo i festeggiamenti, inziano all'ombra delle nuvole, tra l'umido della pioggia e il calore del the al limone. Con profumo di fiori e di freschezza.

Buon martedi a tutti voi,
Buon anno a me.
Sfoglia settembre        novembre
calendario
adv