.
Annunci online

Accomodati a scambiar quattro chiacchiere,,,
RoccaDiPapa-SagraDelleCastagne
post pubblicato in Diario, il 23 ottobre 2011




Sabato sera lontano dalla città, per me ed un gruppo di amici:
destinazione Rocca di Papa, delizioso paese dei Castelli Romani;
 missione "Sagra delle castagne".

Se siete a casa a poltrire, andate a prendere un po' di aria frizzante e fate una passeggiata in quest ultimo giorno di festeggiamenti, un piacere per il palato e per l'olfatto. Tra le vie del borgo si incontra tanta gente e si respira allegria tra musica, concerti, spettacoli e ottimo cibo.
Stand enogastronomici e fraschette si alternano nelle salite del paese e si contendono centinaia di visitatori a colpi di menù gustosi ed esperimenti culinari.
 Vi attendono sorrisi e brindisi, castagne in tutte le salse, polenta, funghi e salciccia in quantità.
Io ho appena mangiato una castagna al cioccolato, il souvenir da portare a casa m'è parso d'obbligo!
PleaseNoPhoto.
post pubblicato in Lo scaffale vicino al divano, il 16 ottobre 2010


Please No Photo.
Vi bastino solo le parole, vi risparmio l'immagine della mia testa a profilattico: carta argentata in testa, maschera per capelli in corso.
Molte donne dicono di rilassarsi mettendo in ordine la casa, altre si dedicano alla cura di sè per non pensare. Io, in un sabato pomeriggio che non è buono neppure per stendere i panni, viste le sue meteo-contraddizioni, ho deciso di dedicarmi alle pulizie pensando a me stessa.
 Mi vesto da superprofilattico e divento l'eroina della casa.
Che poi, detto tra noi, mica ci credo ai benefici delle maschere per capelli.
La prima fu la nonna, con i suoi consigli, con i suoi sciacqui di camomilla. Bei tempi, per 3 giorni di cognome facevi Bonomelli.
Poi fu il Cioè, con le maschere con yogurt e banane e olio e limone e avocado e uovo e mele e miele. Tre anni prima di sciogliere la scultura cementificata dalla mia testa.
Ed infine il turno del parrucchiere, che ha un ultimo ritrovato della scienza da consigliarti ogni volta che vai.
Tanto, diciamocelo, a noi donne non va mai bene il tipo di capello che abbiamo. Ho vissuto epoche di capelli liscissimi, in cui sognavo l'immagine di Emma, la Baby Spice, che si faceva pettinare riccia. I tempi delle medie, in cui i capelli gonfiano e sgonfiano alla stessa velocità dei brufoli, ti rendono i capelli diversi e così sono diventata finalmente mossa. E giù di piastra, allora. E poi il ferro per i boccoli. E poi mi sono rotta le scatole e c'ho sempre un elastico.
E lo scorso inverno loro, i miei nemici, mi hanno dichiarato guerra apertamente. Non so nemmeno come definirli.

Quindi, sotto sto cappuccio, cerchiamo una tregua.
Vi farò sapere.
Sfoglia maggio        novembre
calendario
adv